Skip to content

MAISJOGOS.INFO

ALTRI GIOCHI

SCARICA UBUNTU PER VIRTUALBOX


    Contents
  1. Come installare VirtualBox su Ubuntu
  2. Installare Ubuntu su una macchina virtuale
  3. Come installare Xubuntu 16.04 in macchina virtuale VirtualBox
  4. Installazione ubuntu server

Per scaricare l''immagine ISO di Ubuntu, collegati al sito VirtualBox relativa alla versione di Ubuntu che intendi. Accedi al sito web di Ubuntu. Avvia il browser internet del computer e usalo per accedere al seguente URL. In questo modo. Molto bene ora la nostra macchina virtuale è pronta all'uso non ci rimane altro che scaricare Ubuntu da questo link e passare. Come creare una macchina virtuale per installare Ubuntu su VirtualBox e provare ISO di installazione di Ubuntu, scaricabile dalla pagina di download del sito. Per installare Ubuntu, sarà necessario scaricare solo il suo file ISO e installarlo sulla Scaricare VirtualBox e installarlo sul proprio PC.

Nome: ubuntu per virtualbox
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file:54.48 MB

SCARICA UBUNTU PER VIRTUALBOX

Dopo aver letto la mia guida su come installare Ubuntu , ti è venuta voglia di provare questo sistema operativo gratuito ma non ti senti ancora pronto a installarlo in pianta stabile sul tuo PC? Che ne dici? Ti sembra una buona idea? Allora non perdere altro tempo e scopri subito come virtualizzare Ubuntu grazie alle indicazioni che sto per darti. Ti assicuro che è un'operazione davvero alla portata di tutti, te compreso.

Dunque buona lettura e buon divertimento con questa fantastica distro di Linux!

Computer - 11 Ott.

Il case per trasformare il tuo pc nel Mac Pro grattugia compresa. Computer - 10 Ott. Dilaga il malware Coordinator Links: cos'è e come cancellarlo dal Mac. Computer - 9 Ott. Windows 10, l'ultimo aggiornamento supporta le chiamate da Android. Computer - 8 Ott. MacOs Catalina è ufficiale: 10 cose da sapere prima di fare l'aggiornamento. Computer - 4 Ott.

La tecnologia che simula una vera tastiera sul touchscreen di Apple.

Come installare VirtualBox su Ubuntu

Computer - 2 Ott. Non appena avviata, la maccina virtuale VM tenterà di fare il Boot dai dispositivi elencati nella sezione Sistema del citato articolo; seguendo esattamente l'ordine impostato. Considerando che abbiamo già preparato la macchina virtuale per ospitarlo, direi che la risposta è senz'altro "Installa Xubuntu". Prima di continuare, non dimenticare di scegliere la lingua che preferisi per la tua installazione.

In questa schermata ti viene chiesto il tipo e le caratteristiche della installazione. In altre parole, qui è necessario specificare come il nostro sistema operativo andrà ad occupare il disco nel quale verrà installato e come questo sarà strutturato.

Vediamo nel dettaglio cosa questo significa in realtà. Ricordiamoci sempre che installare un sistema operativo significa creare una o più partizioni nel disco di sistema che dovrà accogliere tutti i suoi componenti; pertanto, il disco andrà strutturato nel modo in cui il sistema operativo stesso se lo aspetta.

Nella fattispecie Xubuntu, ad esempio, è stato predisposto di default per avere a sua disposizione tipicamente almeno 2 partizioni la partizione di Boot , che coincide con quella dei dati, e la partizione di swap ; queste partizioni sono scritte fisicamente nel disco. Non dimenticare che il disco della macchina virtuale altro non è che uno o più files della macchina fisica.

I Filesystem possono essere cifrati; in altre parole, a tutti i dati che verranno scritti nel Filesystem verrà applicata una crittografia bsata su una chiave segreta. Questo è molto utile per ovvi motivi di sicurezza: nel caso di furto o accesso non autorizzato al PC: chi non è in possesso della chiave di crittografia non potrà neppure "montare" i Filesystem , quindi non avrà alcun accesso al contenuto del disco.

Anche nel caso di lettura fisica del disco fisso tramite un altro dispositivo sarà del tutto inutile: i dati non saranno leggibili a chi non possiede la chiave di cifratura. Nel nostro caso, puoi scegliere se utilizzarlo oppure no. Magri, se è la tua prima installazione di prova, sarebbe meglio evitare, anche perché la crittografia del disco tende ad utilizzare parecchie risorse di sistema.

L'uso del Logical Volume Manager LVM è uno strumento molto utile che aumenta di molto sia l'affidabilità dei dischi basti pensare ai vari livelli di RAID che si possono implementare , sia la flessibilità dei sistemi con più dischi fissi come ad esempio i server. A meno che tu non abbia una certa dimestichezza con il LVM, suggerirei di non selezionare questa opzione, almeno per il le tue prime installazioni. Selezionando questa opzione avrai la possibilità di creare e manipolare le partizioni del disco secondo le tue necessità crearle e cambiarne le dimensioni ; tuttavia è necessario un minimo di conoscenza più approfondita di questo particolare aspetto per poter gestire correttamente al meglio le partizioni del disco fisso.

Questa tematica non è propriamente oggetto di questa guida e verrà trattata in un articolo apposito sull'argomento; pertanto per il momento suggerirei di non selezionare quest opzione e passare oltre.

Con le opzioni scelte nella schermata preccedente, il programma di installaziione determina le partizioni necessarie il numero, le dimensioni,la struttura e l'identificativo numerico e ti informa su come queste saranno create nel disco di sistema.

Installare Ubuntu su una macchina virtuale

Nella fattipecie, questa schermata mostra che saranno create 2 partizioni nel disco SCSI3 0,0,0 sda , che corrisponde all'unico disco rilevato dal programma di installazione. Le partizioni che verranno create sono le seguenti:. Corrispondente alla partizione fisica primaria del disco SCSI sda0 che conterrà tutti i files, i programmi, le configurazioni di sistema e quelli di tutti gli utenti del sistema.

Corrispondente alla partizione estesa del disco SCSI sda5 dedicata a contenere l'area di Swap paginazione del sistema.

Per maggiori approfondimenti sul significato dell'area di Swap e di come questa viene utilizzata dal sistema operativo in questo articolo puoi trovare alcune informazioni aggiuntive utili ad una migliore comprensione.

Salvare le modifiche e riavviare il PC, avviare VirtualBox, cliccare nuovamente su Nuova, questa volta, in Versione, dovrebbero trovarsi anche quelle a bit. Click su CREA, la macchina virtuale è stata creata, ora bisogna configurarla per farla funzionare al meglio e quindi installare il sistema operativo, nel nostro caso Ubuntu.

Fare click su Impostazioni, quindi selezionare Sistema, nella scheda Processore inserire il numero di processi da usare con la macchina virtuale, io ho un quad-core quindi seleziono 2 processori, se si ha un dual core allora devi impostare 1 processore.

In schermo indicare il numero di monitor e mettere il segno di spunta in Abilita accelerazione 3D e Abilita accelerazione video 2D. Salvare il file. Click su Installa e poi su Avanti. In questo modo sarà possibile prendere confidenza con Ubuntu, un sistema operativo gratuito, sempre aggiornato, che occupa meno risorse del computer rispetto a Windows, offre molte possibilità di personalizzazione ed è più sicuro rispetto a Windows. Il dispositivo di avvio.

Ovvero da quale device la tua VM tenterà di fare il Boot oltre a quale ordine verrà seguito per tentare l'avvio della VM. Il tipo di Chipset. Il dispositivo di puntamento. Per compatibilità suggerisco di lasciare il valore preimpostato di default, ovvero Tavoletta USB.

Alcune funzionalità estese.

Come installare Xubuntu 16.04 in macchina virtuale VirtualBox

Cliccare su Schermo , nella colonna di sinistra della finestra, per continuare Nella cosfigurazione degli schermi virtuali da assegnare alla VM è possibile aplicare particolari configurazioni dello schermo o di schermi multipli per poter gestire al meglio la tua VM in condizioni particolari. Cliccare su Archiviazione , nella colonna di sinistra della finestra, per continuare Nella sezione Archiviazione, oltre a confermare la tipologia dell'Hard Disck di cui abbiamo parlato più sopra, c'è un elemento estremamente importante per il primo avvio della macchina che deve essere configurato correttamente: sitratta del Controller IDE.

Non connesso. Nonostante la scheda è abilitata, la VM non accederà alla rete.

Installazione ubuntu server

Per accedere alla rete esterna utilizzerà il proprio indirizzo IP che verrà sottoposto a NAT Network Address Translation prima uscire verso l'esterno, utilizzando la scheda fisica di di rete del tuo PC.

Questa tipologia è molto semplice da utilizzare; tuttavia se vorrai connetterti alla tua VM da un altro computer della rete, potrebbe essere piuttosto complicato. Rete con NAT. Scheda con Bridge.

Seleziona qusta opzione, prima di proseguire. Rete Interna. VirtualBox creerà una LAN virtuale interna sulla quale possono essere connesse tutte le VM che desideri, ma questa LAN virtuale non permette l'accesso alle reti esterne. Utile quando desideri creare una LAN protetta. Scheda solo host. Utile solo per VM isolate ed utilizzabili esclusivamente dal tuo PC.

Driver generico. VirtualBox metterà a disposizione un Driver di scheda di rete virtuale, dove dovrai inserire manualmente tutti i parametri specifici del driver che vuoi utilizzare. Utile in casi particolari, ma non di semplice implementazione. Avvio dell'Installazione di XUbuntu Finalmente iniziamo con la vera e propria installazione del sisteema operativo.

Notare che sono disponibili altri metodi avvio per una VM: Avvio normale. La macchina virtuale viene avviata ed una finestra di Windows è dedicata a contenere lo schermo della VM. Avvio senza finestra.

La macchina virtuale viene avviata senza nessuna finestra di Windows associata, pertanto non è possibile "vedere" la sua console. Avvio sganciabile.