Skip to content

MAISJOGOS.INFO

ALTRI GIOCHI

SCARICA CONDENSATORE LAVATRICE


    Contents
  1. Lavatrice: cosa fare quando la lavatrice non centrifuga
  2. Perché la lavatrice non centrifuga più?
  3. Come controllare un condensatore con il tester
  4. Come controllare un condensatore con il tester

Ciao a tutti,. vi faccio una domanda da TOTALE INESPERTO in materia.. Poco tempo fa si è guastata in maniera irrecuperabile la mia lavatrice. In questa guida spieghiamo come sostituire il condensatore di una lavatrice. Spesso la lavatrice può dare problemi, soprattutto legati alla. Come Scaricare un Condensatore. I condensatori si trovano in moltissimi dispositivi elettrici e parti di apparecchiature elettroniche. Essi immagazzinano. Se il motore della tua lavatrice emana un rumore simile a un ronzio e non Il modo più conveniente di scaricare un condensatore è collegare i terminali a. Lavatrice rex non gira cestello ma carica scarica Buonasera a tutti Ho sia andato o il condensatore o le spazzole a secondo che il motore sia.

Nome: condensatore lavatrice
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza:Solo per uso personale (acquista più tardi!)
Dimensione del file:18.22 Megabytes

SCARICA CONDENSATORE LAVATRICE

Acquista su Amazon Per fortuna il costo del condensatore è piuttosto basso e sostituirlo è molto semplice. Su di esso vi è stampato un numero che sta ad indicare i microfarad del condensatore, solitamente compreso tra i 14 ed i 18 microfarad. Non resta dunque che procurarsene uno uguale e rimpiazzarlo staccando la spina. Nel compiere questa operazione bisognerà prestare attenzione a non confondere il condensatore per il filtro antidisturbo, visto che sono molto simili.

Sulle lavatrici elettroniche il condensatore non è presente, perché a regolare i giri del motore ci pensa il modulo elettronico. Per eseguire una rapida diagnosi basterà servirsi di un tester e verificare se giunge corrente alla coppia di contatti del motore programmati alla centrifuga.

Se la lavatrice centrifuga esclusivamente quando lo sportello è chiuso, bisogna sapere che è tutto normale, è la prassi. Il blocco della centrifuga quando lo sportello non è chiuso è una comunissima misura di sicurezza adottata su ogni lavatrice.

Lavatrice: cosa fare quando la lavatrice non centrifuga

Qualsiasi rivenditore di materiale elettrico e pezzi di ricambio è in grado di fornire un dispositivo originale o compatibile. Controllare la Cinghia della Lavatrice A volte accade che, oltre alla mancata funzione della centrifuga, si avverta un rumore strano durante i movimenti del cestello. Nella maggioranza dei casi il problema è causato dalla rottura della cinghia. Questo elemento svolge la funzione di collegamento tra il cestello e il motore, e non deve mai muoversi dalla sua postazione.

Per controllare lo stato della cinghia occorre smontare il pannello situato sulla facciata posteriore della lavatrice, quella che normalmente è rivolta contro il muro, a questo punto è sufficiente rimuovere la vecchia cinghia dalle pulegge e sostituirla con la nuova.

Perché la lavatrice non centrifuga più?

Controllare il Condensatore della Lavatrice Un altro problema molto comune per una lavatrice che non centrifuga è relativo al condensatore. Questo problema riguarda solo i modelli più vecchi, visto che nelle lavatrici moderne non è presente.

Il condensatore ha il compito di controllare i giri del motore, una funzione che nei modelli moderni viene effettuata dalla scheda elettronica. Nel caso in cui il condensatore sia danneggiato o scarico, la lavatrice non è in grado di centrifugare i carichi molto pesanti e il componente deve essere sostituito.

Si tratta di un pezzo piuttosto economico e non molto difficile da montare, che deve essere semplicemente collegato a due fili. Occorre prestare attenzione e acquistare un condensatore identico a quello rimosso, per non sbagliare è opportuno controllare i numeri visibili sul pezzo rimosso o portarlo direttamente dal rivenditore.

Attenzione a non confonderlo con il filtro antidisturbo, che è molto simile. Trovare un motore nuovo in genere è abbastanza facile, a meno che non si tratti di un modello molto sofisticato o molto vecchio. Se si verifica questa situazione, è necessario svuotare la macchina dalla schiuma rimasta nel cestello effettuando qualche lavaggio a vuoto, fino a riportare la lavatrice alla normalità. Lavatrice Centrifuga Solo a Vuoto Talvolta la funzione centrifuga parte, ma solo con il cestello vuoto, oppure procede a intermittenza e non porta a termine il ciclo.

Eventualmente lo si aiuti con la mano. Stringere i dadi, avendo cura di non applicare sugli stessi un'eccessiva coppia, onde non spezzare i lunghi bulloni che sostengono il motore tra la staffa anteriore e posteriore della vasca.

Il motore gira nel lavaggio, ma non in centrifuga.

Si proceda ad un primo controllo del valore omhico degli avvolgimenti del motore direttamente dal connettore sulla sua carcassa. Nei motori attualmente usati.

Si imposti il tester sulla sezione ohm con un range da 0 a e si verifichi il valore esistente tra comune e un contatto del lavaggio: si dovrebbe avere una lettura di circa una sessantina di ohm; si sposti ora il puntale sul lavaggio sull'altro contatto di questa sezione, mantenendo il puntale preso sul comune in posizione: si dovrebbe avere una lettura dell'identico valore riscontrato in precedenza; differenze oltre i 6 , 7 ohm.

Letture molto diverse da questo esempio, denunciano anomalie. E' chiaro che non si deve mai riscontrare neanche il cortocircuito o l'interruzione in uno qualsiasi dei rilevamenti svolti.

Per effettuare le verifiche sopra descritte bisogna conoscere la disposizione dei contatti nel morsetto sulla carcassa del motore. L'unico modo veramente sicuro è quello di disporre dello schema elettrico programmatore-modello lavatrice della macchina in oggetto.

Se il motore va sostituito, normalmente quest'operazione è semplice e veloce tranne rari casi di macchine in cui "si lavora veramente male". E' sufficiente svitare i dadi di bloccaggio dei perni-motore alle staffe della vasca dopo aver tolto la cinghia. Si fa scivolare il motore in basso, verso il pavimento. Se il motore nuovo viene fornito senza i tubetti di metallo e i relativi tamponcini in gomma nei quali vanno infilati i lunghi bulloni che sostengono e fissano il motore alla vasca, questi vanno levati dal componente vecchio, e rimessi in quello nuovo.

Una volta riposizionato il motore nuovo, si proceda alla tensione della cinghia come indicato sopra. Attenzione: svolgere tutte le operazioni di verifica e sostituzione, con la lavatrice scollegata dalla rete elettrica. Se il motore sembra buono, allora bisogna verificare che il programmatore gli " dia il condensatore" regolarmente, sia in lavaggio che in centrifuga.

Si posizioni il programmatore all'inizio di un ciclo di lavaggio. Con i morsetti motore e cablaggio regolarmente connessi, verificare che al motore arrivi corrente tra il comune e un morsetto del lavaggio: se vi sono i regolari Volts, spostare velocemente il puntale preso sul lavaggio, sul contatto accanto sempre di questa sezione: si deve rilevare anche adesso una tensione di Volts: se non la si rileva, o si constata un valore inferiore, il programmatore è guasto e va sostituito.

Nello stesso modo si controlla che arrivi regolarmente corrente agli avvolgimenti della centrifuga, chiaramente dopo aver posizionato la macchina sull'ultimo risciacquo.

Come controllare un condensatore con il tester

E' l'altro tipo di motore normalmente utilizzato su di una lavatrice. Contrariamente al motore asincrono, non ha sezioni distinte di lavaggio e centrifuga, non necessita del condensatore di spunto. Per questo motivo è montato in macchine aventi la velocità di rotazione della centrifuga regolabile con continuità dai valori minimi a quelli massimi disponibili. Non è raro trovare macchine, specialmente di produzione tedesca, aventi velocità di centrifuga massime, nell'ordine dei giri al minuto.

Senza scendere in inutili dettagli tecnici, segue ora una descrizione della costruzione e del funzionamento di questo tipo di motore. Questo tipo di motore è composto da uno statore e da un rotore dotati entrambi di avvolgimenti elettrici.

Le spazzole devono poter strisciare sul collettore in modo sicuro e costante anche via via che si consumano.

A questo provvede una molla dentro a ciascun portaspazzola. Quando ad essi giunge corrente, l'azione reciproca dei campi magnetici generati da entrambi, mette in rotazione il rotore. Questo tipo di motore deve essere alimentato in serie, in altre parole la corrente che arriva ad un capo dello statore lo percorre tutto uscendo dall'altro capo, entra nel rotore tramite una spazzola, lo percorre, ed esce dall'altra spazzola ricollegandosi all'altro capo della linea elettrica.

Il salvamotore è una specie di fusibile a riarmo automatico che potrebbe aprirsi in occasioni di surriscaldamento del motore o sovrassorbimento di corrente da parte dello stesso a causa di situazioni di lavoro anomale. La bobina tachimetrica rileva il numero dei giri effettuati dal motore, e "dialoga" col modulo preposto alla gestione dei giri e verso di rotazione del motore stesso.

Come controllare un condensatore con il tester

Alla corretta messa in serie degli avvolgimenti del motore provvede sempre il modulo, pilotato a sua volta dal programmatore. Riguardo ai guasti, si possono avere solamente i seguenti problemi: La cinghia slitta, non permettendo al motore di "trainare correttamente il cestello" con la biancheria. Si regoli correttamente la cinghia. Il motore non gira.

Bisogna innanzitutto controllare il motore verificando avvolgimenti, salvamotore e bobina tachimetrica. Con un tester cercare di individuare i capi relativi agli avvolgimenti di statore e rotore quello del rotore si ha tramite, chiaramente, le spazzole fino a rilevare due valori ohmici di pochi ohm.

Controllare i capi del salvamotore che devono essere in continuità, controllare la bobina tachimetrica, che dovrebbe "dichiarare" un avvolgimento del valore di un centinaio di ohm questo potrebbe dipendere molto da tipo a tipo: l'importante è che non sia interrotta.

Se risultano interruzioni non relative alla tachimetrica , ne al clixon o salvamotore, controllare le spazzole: se risultano consumate vanno sostituite. Se l'interruzione è a carico del rotore o dello statore, o del clixon, o della tachimetrica, il motore va Se la fortuna è stata benevola, e la sostituzione deve interessare solo le spazzole, questa operazione è semplicissima.

Si smontino entrambi i portaspazzola fissati alla carcassa del motore, all'altezza del collettore, dopo aver staccato i relativi fastons.